15

Maggio
2019

seminario

Controlli ufficiali: al via il nuovo Regolamento 625. Istruzioni per l'OSA


Nel 2017 è stato pubblicato il Regolamento 625/2017 che disciplina i controlli ufficiali, sostituendo e abrogando i Regolamenti CE 882/04 e CE 854/04 del Pacchetto Igiene. Entro dicembre 2019 diventa progressivamente applicabile in tutte le sue parti.
Poiché aggiorna e riorganizza l’attività dei controlli ufficiali nell’intera filiera in tema di sicurezza alimentare e sanità animale, il Regolamento ha importanti ricadute sull’operatività delle aziende. Le conseguenze del controllo ufficiale possono essere importanti data la rilevanza penale della materia.
Il seminario si focalizzerà su:
• Frequenza e programmazione dei controlli da parte delle autorità competenti,
• diritti e doveri dell'OSA,
• sistema di campionamento,
• l’importanza del risk assessment, dell’affidabilità e dei risultati dei controlli effettuati dagli operatori o da terzi,
• blocco preventivo e segnalazioni di irregolarità alle autorità competenti per eventuali infrazioni
• garanzie difensive.

La giornata di studio coinvolge esperti in giurisprudenza, rappresentanti del Controllo Ufficiale e delle aziende. Una tavola rotonda di confronto fra le parti e i partecipanti arricchisce la giornata di studio.

Scarica il programma

iscriviti al seminario
rivolto a:

Responsabili e reparti Produzione e Qualità - Responsabili di laboratorio - Ufficio legale - Consulenti sui temi della sicurezza alimentare - GDO - Tecnologi Alimentari


interventi


15

Maggio
2019


mattina

Introduzione al Regolamento 625/2017

Gaetano Forte
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte
Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

L’intervento è volto a esaminare le novità del nuovo regolamento UE 625/17 sui controlli ufficiali che diverrà applicabile dal 2019. Sono analizzati e messi a confronto con la normativa previgente l’oggetto e l’ambito di applicazione, i ruoli e le funzioni delle autorità di controllo nonché le modalità di effettuazione dei controlli ufficiali.
Particolare attenzione è prestata a:
• posizione dell’operatore,
• nuovo strumento del rating,
• suoi diritti e doveri,
• garanzie difensive ad esso riservate anche in relazione alle potenziali responsabilità connesse agli esiti del controllo delle autorità competenti.

Il Regolamento per gli OSA: le ricadute operative

Carla Brienza
Presidente Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari - OTAN

abstract

Il Reg. UE 625/2017 in vigore dal 27 aprile 2017 e che si applicherà da dicembre 2019 è un testo volto a razionalizzare, semplificare e armonizzare il sistema dei Controlli Ufficiali. Modifica l’intero quadro normativo e abroga decine di norme in tema di sicurezza alimentare e sanità animale. L’intervento commenterà le disposizioni della norma che maggiormente devono essere conosciute e comprese dall’OSA, affinché possa trarne utili informazioni e indicazioni operative circa la frequenza e la modalità dei controlli subiti e quindi la portata e l’impatto sulla propria attività.
In particolare:
• Frequenza e programmazione dei controlli da parte delle Autorità competenti. L’importanza del risk assessment, dell’affidabilità e dei risultati dei controlli effettuati dagli operatori stessi, o da terzi su loro richiesta
• Finanziamenti dei controlli ufficiali: le autorità competenti dovrebbero riscuotere tariffe o diritti su certi operatori nonché per certe attività per le quali è richiesta una registrazione o un riconoscimento. Da cosa dipendono le tariffe?
• Il blocco ufficiale quale misura preventiva anche nell’interesse dell’operatore: come e perché.
• La segnalazione di irregolarità: chiunque potrà segnalare alle autorità competenti eventuali infrazioni al regolamento.
• L’importanza della collaborazione tra operatori e autorità competenti.

Ambiti di applicazione e impatto del Controllo Ufficiale per l'Autorità Competente e gli Organi di Controllo

Lucia Decastelli
Laboratorio Nazionale di Riferimento Stafilococchi coagulasi positivi, compreso S.aureus - S.C. Controllo Alimenti e Igiene delle Produzioni - Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte

abstract

Il nuovo Regolamento UE 2017/625 nell’intenzione del legislatore europeo mira a stabilire un quadro armonizzato a livello dell’Unione dei controlli ufficiali nella filiera agroalimentare. Abroga 10 provvedimenti tra cui i Regolamenti 882/04 sui controlli ufficiali e il Reg. CE 854/04 specifico per i controlli ufficiali sui prodotti animali. Quali riflessi deve attendersi l’OSA?
Durante l'intervento saranno approfonditi i temi riguardanti:
• I nuovi ambiti di applicazione, prescrizioni e organizzazione dei Controlli Ufficiali nei diversi settori agroalimentari alla luce del nuovo Regolamento
• Il diritto alla controperizia
• La formazione dei controllori negli ambiti di competenza.


pomeriggio

Le novità nel regolamento UE 2017/25 in merito al ruolo dell'ICQRF nella catena dei Controlli. Cosa deve sapere l'OSA?

Antonio Iaderosa
MiPAAFT - Dipartimento dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari. ICQRF Lombardia e ICQRF ad interim Emilia Romagna e Marche

abstract

Con i suoi 29 uffici su tutto il territorio italiano, il Dipartimento dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari svolge attività di prevenzione e repressione delle frodi nel commercio dei prodotti agroalimentari e dei mezzi tecnici di produzione per l'agricoltura, attività di vigilanza sulle produzioni di qualità registrata (DOP, IGP ecc.) e opera di contrasto della irregolare commercializzazione dei prodotti agroalimentari introdotti da Stati membri o Paesi terzi e dei fenomeni fraudolenti. Quale sarà l’impatto del Regolamento UE 2017/625 su queste attività?
La relazione approfondirà in modo particolare due tematiche in relazione al nuovo provvedimento, con un particolare riguardo alle ricadute per l'OSA:
• Il tema del falso
• I controlli sulle vendite a distanza (web) e il sistema di campionamento.

Il ruolo della Procura nel caso di eventuali procedimenti relativi a reati alimentari

Vincenzo Pacileo
Procuratore aggiunto della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino

abstract

L’intervento intende focalizzare le aree tematiche di più significativo impatto con la giurisdizione penale, come la sicurezza alimentare, la salute, la tutela commerciale, il benessere animale, e verificare quale interazione si possa presentare più appropriata ed efficace tra organo giudiziario e organo di controllo, in considerazione delle funzioni di polizia giudiziaria che quest’ultimo assume in caso di non conformità che integri un reato.

Tavola Rotonda - Operatori e Autorità a confronto: punti di vista e possibili evoluzioni dello scenario

Intervengono: Carla Brienza - Lucia Decastelli - Antonio Iaderosa - Avv. Gaetano Forte - Avv. Chiara Marinuzzi - Vincenzo Pacileo


la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del seminario. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02-91534731 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un seminario (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al seminario entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.

prezzo:

320 € più Iva


PREZZO SPECIALE DI 260 € PIÙ IVA PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 20 APRILE 2019


relatori



responsabili scientifici:


Consonni

Elena Consonni

Giornalista scientifica

Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari, ha da sempre lavorato in ambito giornalistico. Collabora come free-lance con diverse testate, dell'editoria specializzata e non, occupandosi a tutto tondo di food: tecnologia, sicurezza, mercato, nutrizione.

Tre dei suoi articoli sono stati premiati: nel 2011 ha vinto la sesta edizione del Premio Giornalistico "La strada del Recioto e dei vini Gambellara Doc"; nel 2012 il "Premio Istituto Italiano Alimenti Surgelati 2012"; nel 2014 ha ricevuto la menzione speciale per il migliore approfondimento dedicato a burro e panna per l'articolo "Il burro? Forse non sapete che…" pubblicato su Viversani & Belli.

De Vecchi

Francesca De Vecchi

Tecnologa Alimentare, esperta in tecnologie alimentari e nutrizione - Divulgatrice scientifica

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze delle preparazioni alimentari, ha lavorato dapprima alla ricerca e allo sviluppo industriale di prodotti per l'infanzia e diete particolari, per poi dedicarsi definitivamente alla divulgazione e al giornalismo.

Oggi cura convegni e collabora con periodici del settore alimentare, oltre che con la stampa a diffusione nazionale, sui temi di nutrizione, sicurezza igienica delle produzioni alimentari, legislazione ed etichettatura


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “In-Formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it