15

Ottobre
2020

seminario

E-commerce, blockchain e smart contract per la qualità e la sicurezza degli alimenti

Tracciare la filiera dalla materia prima al prodotto finito


La vendita online di prodotti alimentari e l'applicazione della tecnologia blockchain nell'agrifood sono diventate scelte imprescindibili e non più rimandabili per le aziende del settore che devono garantire la sicurezza alimentare in maniera innovativa, al fine di rafforzare il rapporto di fiducia con il consumatore finale.
L’obiettivo del seminario è fornire gli strumenti tecnologici, legali e fiscali che permettono ai reparti produzione e qualità l'implementazione di processi, anche con riferimento alla food supply chain, capaci di garantire la qualità "indelebile" dei prodotti grazie alla digitalizzazione delle informazioni di filiera.
Saranno analizzati:

  • le fonti del diritto del commercio elettronico
  • i soggetti coinvolti nella vendita online
  • le regole per la conclusione dei contratti e le responsabilità degli operatori
  • tecnologie, norme e casi pratici sulla blockchain
  • gli smart contract, i punti critici e i limiti della loro applicazione
  • incentivi e agevolazioni fiscali per la digitalizzazione.

 

iscriviti al seminario
rivolto a:

Titolari, Produzione, Qualità delle aziende alimentari - Ufficio legale e Regolatorio - Consulenti sui temi della sicurezza alimentare - GDO


interventi


15

Ottobre
2020


mattina

La vendita online di prodotti alimentari

Sara Checchi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte
Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

• Fonti del diritto del commercio elettronico: D.lgs 70/2003, Codice del consumo, Reg. 178/2002 e Reg. 1169/2011
• Soggetti del commercio elettronico: l’operatore del settore alimentare e il prestatore di servizi
• La conclusione dei contratti online, obblighi informativi e diritto di recesso
• Il regime delle informazioni obbligatorie degli alimenti in caso di vendita a distanza: approfondimento della disciplina stabilita dall’art. 14 del Reg. 1169/2011.

Blockchain e smart contract nel settore agrifood

Sara Checchi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte
Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

• Inquadramento normativo: Art. 8-ter D.L. 14 dicembre 2018, n. 135
• Natura degli smart contract
• Forma, modalità di adempimento, integrazione ed esecuzione forzata del contratto
• Caratteristiche della blockchain: profili applicativi ed effetti giuridici
• Implementare la gestione della filiera agroalimentare tramite blockchain.


pomeriggio

Cos'è la blockchain, come garantisce la qualità degli alimenti, quanto costa implementarla in azienda

(titolo provvisorio)

Luca Lanini
Docente di Logistica e Supply chain Management, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza

E-commerce e blockchain: incentivi fiscali ed economici per la food industry 4.0

Relatore in attesa di conferma

La blockchain al servizio della trasparenza della filiera alimentare: il caso Carrefour

Giovanni Panzeri
Direttore MDD - Carrefour Italia

abstract

Carrefour è stata pioniera in Europa nell'introdurre la tecnologia blockchain nella grande distribuzione, adottando questa soluzione per garantire trasparenza e tracciabilità dell'intera filiera agroalimentare. Anche in Italia, Carrefour dal 2018 impiega la blockchain per certificare le filiere di pollo e agrumi, oltre ad aver avviato una fase di sperimentazione per pomodori, vongole e uova. L'obiettivo è raggiungere 500 referenze e 4800 produttori entro il 2025.
Questo modello consente al consumatore finale, grazie ad un QR code sull'etichetta del prodotto, di ricevere un'ampia gamma di dati su dove, come e da chi l'alimento è stato prodotto, migliorando lo scambio di informazioni e la fiducia reciproca lungo tutta la filiera.


la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del seminario. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02-91534731 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un seminario (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al seminario entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.

prezzo:

330 € più Iva

in aula


280 € più Iva

modalità web seminar


PROMO: PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 5 OTTOBRE € 270 + IVA IN AULA, € 240 + IVA IN WEB SEMINAR


relatori



coordina la giornata


Marinuzzi

Chiara Marinuzzi

Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

Nata a Ferrara il 06 ottobre 1970. Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Ferrara.
Avvocato dal 1998.
Si occupa di diritto agroalimentare (in particolare normative igienico-sanitarie e di etichettatura) diritto comunitario, concorrenza sleale, implementazione modelli organizzativi ex D.lgs. 231/01 e governance aziendale.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “In-Formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it