01

Ottobre
2020

corso

Sicurezza alimentare: metodi rapidi per il controllo di alimenti, acque e ambiente

Convegno tecnico-scientifico dedicato alle analisi chimiche e microbiologiche - III anno - Digital Edition


WEB CONFERENCE: UN PC E INTERNET PERMETTONO UNA FRUIZIONE REAL TIME E INTERATTIVA.
Modalità di connessione in web conference

La possibilità di avvalersi di kit di analisi in azienda, su diverse matrici e per molteplici applicazioni, permette agli operatori di condurre l’attività di monitoraggio nell’ambito dell’autocontrollo igienico-sanitario in modo semplice e rapido.
Gli interventi dei docenti, le presentazioni degli strumenti di analisi, gli speech tecnico-scientifici delle aziende sponsor affronteranno i temi chiave del convegno:

  • l’applicazione dei metodi immunochimici, molecolari ed enzimatici per la determinazione di patogeni negli alimenti e sulle superfici, per l’identificazione di composti di interesse tecnologico o nutrizionale, per la determinazione di contaminanti chimici e per la rilevazione di allergeni sulle superfici di lavorazione;
  • l’utilizzo di kit per i monitoraggi ambientali per valutare le condizioni igieniche delle superfici che andranno a contatto con gli alimenti: le basi teoriche della sanificazione, le applicazioni dei sistemi oggi più diffusi per condurre un monitoraggio delle condizioni igieniche di ambienti e attrezzature;
  • l’importanza del monitoraggio delle caratteristiche chimiche dell’acqua per la prevenzione di problemi di depositi e corrosione nell’industria alimentare;
  • L’accertamento analitico dal punto di vista legislativo e giurisprudenziale.
iscriviti al corso
rivolto a:

Responsabili produzione di aziende agroalimentari, ristorazione collettiva e GD; responsabili qualità e laboratorio; consulenti e tecnologi alimentari


interventi


01

Ottobre
2020


mattina

Problemi chimico-fisici-microbiologici derivanti dall'acqua di processo

Mario Stanga
Chimico industriale - Esperto in Sanificazione per l'industria alimentare

abstract

Nella produzione alimentare l’acqua è fondamentale non solo quando viene utilizzata come ingrediente, ma anche quando viene impiegata per le operazioni di detergenza e sanificazione di macchine, impianti, attrezzature e in generale superfici a contatto con gli alimenti.
In funzione del suo contenuto inorganico, l’acqua può generare depositi, corrosione e cambiamento di pH nel sistema.
Un altro aspetto da tenere in considerazione è che l’acqua supporta la crescita di biofilm e in generale della flora microbica.
Alcuni ioni in essa presenti possono selezionare specifici microrganismi che apportano corrosione, occlusione di linee, odori anomali trasmissibili all'alimento o alla bevanda, comportando quindi problematiche al processo produttivo e compromettendo la sicurezza igienica e la salubrità del prodotto alimentare.
L'acqua serve anche a diluire i detergenti e i disinfettanti. Specifici ioni limitano o negano l'uso di alcuni disinfettanti per invasamento e il loro trasporto in tubazioni di acciaio o ferro zincato.
Inoltre l'acqua, essendo utilizzata per le operazioni di risciacquo, è l'ultima sostanza chimica che viene a contatto con le superfici che processano l'alimento. La sua qualità, non solo microbica, ma anche chimica sta alla base della sicurezza produttiva e anche impiantistica.
Durante l'intervento saranno approfondite tutte queste tematiche.

Verifica dell'igiene delle superfici a contatto con gli alimenti: dalla teoria alla pratica

Rosaria Lucchini
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie - Dirigente Biologo Laboratorio Autocontrollo

La determinazione dei batteri patogeni negli alimenti: dalla preparazione del campione all’analisi con sistema Assurance GDS® PCR real time senza estrazione di DNA

Verena Peggion
Field Marketing - Merck

abstract

La determinazione dei patogeni negli alimenti prevede una fase di preparazione del campione e di arricchimento in terreni specificati dalle norme ISO o dalle istruzioni dei metodi alternativi validati.
I terreni di coltura possono essere in forma deidratata o in forma pronta all’uso, in ogni caso Merck propone varie tipologie di mezzi colturali tutti conformi alla norma ISO 11133:2018. In particolare, i terreni granulari Granocult® riducono significativamente la formazione di polveri, salvaguardando gli operatori e possiedono eccellenti caratteristiche di bagnabilità e solubilità che ne facilitano la dissoluzione.
I terreni pronti all’uso, invece, anche in pratiche sacche da 5L, in combinazione con diluitori automatici, semplificano il processo di preparazione, consentendo un’immediata pesata del campione e un’automatica dispensazione del volume di brodo all’opportuna diluizione richiesta.
Dopo una fase di incubazione è possibile utilizzare varie metodiche per verificare la presenza del patogeno target nel campione in esame.
Con il metodo Assurance GDS è possibile ottenere risultati il giorno successivo rispetto all’inizio della preparazione. Il sistema si basa sulla tecnologia PCR real time, ed è stato sviluppato con l’intento di essere un metodo facile da usare e implementabile in qualsiasi tipo di laboratorio, e contemporaneamente di essere capace di produrre risultati estremamente accurati, come richiesto oggi dalle aziende alimentari. Si contraddistingue per la tecnologia innovativa che utilizza l’IMS (ImmunoSeparazioneMagnetica), che aiuta a concentrare il target, a ridurre la possibile interferenza da parte di microflora competitiva, a prevenire l’inibizione delle reazioni da parte di potenziali inibitori e a rilevare solo la presenza di batteri vivi (come i metodi di riferimento) e non DNA proveniente da cellule morte.
Il metodo è utilizzabile in qualsiasi laboratorio visto che non richiede la fase di estrazione di DNA nè di lisi, senza rischio di contaminazione o di necessità di particolari ambienti dedicati.
I risultati della metodologia sono estremamente accurati come dimostrano gli studi di validazione secondo la ISO 16140 Parte 2.
Il sistema può essere utilizzato in modo manuale o totalmente automatico.

Dosaggio automatico di indicatori per la qualità e la sicurezza nella filiera lattiero-casearia

Tiziana Mariarita Granato
PhD Project Manager Enzymatic & Automation - R-Biopharm Italia

abstract

L’analisi enzimatica permette di dosare, in modo accurato, i principali parametri chimici (zuccheri, acidi organici, alcoli e altri componenti quali nitrati) di latte e derivati (panna, mascarpone, burro, formaggi e formule per lattanti). Nel corso dell’intervento tecnico, R-Biopharm illustrerà le procedure operative per il dosaggio automatizzato di indici di qualità e sicurezza quali urea, acido L-lattico e acetico, ammoniaca, nitrati, e lattosio, anche in tracce (limite di quantificazione 20 ppm), e contaminanti (aflatossina M1) in diverse tipologie di prodotti lattiero-caseari.
In particolare, l’uso di kit enzimatici in automazione risponde alle esigenze di:
- Accuratezza e precisione: molti metodi di screening oggi utilizzati per, ad esempio, il dosaggio dell’urea nel latte (indicatore diretto e pratico per la valutazione delle condizioni nutrizionali delle bovine) o del lattosio, sono spesso affetti da fattori di variabilità, in particolare per campioni con composizioni particolarmente divergenti da quelle standard.
- Sensibilità e specificità: grazie all’uso di sistemi enzimatici altamente purificati si garantisce l’assenza di effetti matrice, senza dover ricorrere a fasi laboriose di preparazione del campione
- Rapidità: l’automazione permette di analizzare, in poco tempo, un elevato numero di campioni (da 60 a 100 test/ora) e quindi programmare controlli continui ad ampio spettro.

Dimostrazione pratica - L'automazione applicata alla real-time PCR: dall'estrazione del DNA all'amplificazione con RIDA®CYCLER

Matteo D'Andrea
Product Specialist PCR - R-Biopharm Italia

abstract

Negli ultimi anni le analisi di Biologia Molecolare con la tecnica Real-Time PCR sono sempre più richieste per via della loro semplicità, velocità e affidabilità. L'utilizzo di kit pronti all'uso e validati, come quelli della linea SureFood®/SureFast® di R-Biopharm, ha permesso di rendere queste analisi ancora più facili e accessibili anche a personale meno esperto. Inoltre, l'introduzione di strumenti che automatizzano l'estrazione di DNA/RNA da matrici alimentari e di termociclatori Real-Time PCR sempre più compatti, con connessioni a software intuitive e settaggi pre-installati, consente di avviare l’analisi con poche e semplici operazioni.
Grazie a questo notevole risparmio di tempo, l’operatore è così libero di dedicarsi ad altre mansioni.

L’accertamento analitico dal punto di vista legislativo e giurisprudenziale e il suo valore in ambito processuale. Strategie difensive

Giorgia Andreis
Avvocato - Andreis e Associati Avvocati - Torino, Milano
Antonio Fiumara
Avvocato - Andreis e Associati Avvocati - Torino, Milano

abstract

L’accertamento analitico, sia in fase di autocontrollo sia a seguito di controllo ufficiale, rappresenta per tutti gli operatori della filiera alimentare un momento di fondamentale importanza sotto il profilo tecnico-scientifico e sotto quello giuridico-normativo.
Se, da un lato, l’esito dell’analisi costituisce per l’OSA un elemento utile per monitorare e valutare l’andamento della propria attività, e correggere quindi eventuali difetti di processo, dall’altro, rappresenta anche una prova sulla base della quale possono fondarsi le contestazioni, sia in ambito penale sia amministrativo, o ancora le richieste di risarcimento del danno in ambito di responsabilità civile.

Con il richiamo della principale giurisprudenza della Corte di Cassazione e l’analisi di case history, l’intervento si propone quindi di valutare l’importanza del dato analitico in tutte le fasi di contenzioso e le possibili strategie difensive.


pomeriggio

nessun intervento


la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del corso. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02-91534731 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un corso (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al corso entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.

prezzo:

0 € più Iva

modalità web seminar


INGRESSO GRATUITO


relatori



coordina la giornata


De Noia

Roberta De Noia

Tecnologa Alimentare - Esperta di ristorazione collettiva - Sviluppatrice di contenuti e corsi per la formazione in e-learning

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari ha lavorato come responsabile del servizio di ristorazione prima in ambito aziendale, poi ospedaliero.

Dal 2009 esercita la professione di Tecnologo Alimentare in qualità di consulente e formatore per microimprese del settore e di tecnico esperto per il controllo qualità della refezione scolastica per Pubbliche Amministrazioni.

Oggi si occupa anche dello sviluppo di contenuti digitali e di corsi in e-learning destinati a tecnici e consulenti del settore.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “In-Formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it