03

Marzo
2022

seminario

Costruire la "cultura della sicurezza alimentare": tra nuovi adempimenti e responsabilità dell’OSA


ll corso è fruibile in aula e da remoto in web seminar. La modalità si sceglie al momento dell'iscrizione.

"La cultura della sicurezza alimentare aumenta la sicurezza alimentare, aumentando la consapevolezza e migliorando il comportamento dei dipendenti negli stabilimenti alimentari. Gli OSA devono istituire e mantenere un’adeguata cultura della sicurezza alimentare, e fornire prove che la dimostrino". Il nuovo Regolamento UE 382/2021 che modifica l’852/2004 è la maggiore novità normativa per gli operatori del settore visto che introduce l’obbligo di adottare un sistema di "cultura della sicurezza alimentare".
Ma cosa significa, nel concreto, implementare tale sistema in un'azienda alimentare?
Il seminario risponderà in modo pratico e applicativo a questa domanda illustrando:

  • gli aspetti normativi: obblighi, responsabilità e sanzioni
  • il comportamento verso la sicurezza alimentare: valori, convinzioni e norme
  • gli standard volontari: GFSI, BRC, IFS, FSSC
  • come costruire la cultura della sicurezza alimentare in azienda
  • i controlli ufficiali.

Locandina del seminario

Nel rispetto del DL 30 dicembre 2021 n.229, i partecipanti in aula dovranno essere muniti di Green pass rafforzato e osservare le disposizoni in vigore.
iscriviti al seminario
rivolto a:

Produzione, Qualità, R&S delle aziende alimentari - Ufficio legale e Regolatorio - Tecnologi Alimentari e consulenti sui temi della qualità e sicurezza alimentare - GDO


interventi


03

Marzo
2022


mattina

La cultura della sicurezza alimentare per l'OSA: obblighi, responsabilità e sanzioni

Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte
Sara Checchi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

Durante l'intervento saranno approfonditi i seguenti argomenti:
• Il contesto internazionale della cultura alimentare. La revisione della norma globale General Principles of Food Hygiene, standard CXC 1-1969 del Codex Alimentarius e l’impatto sulla normativa comunitaria.
• La cultura alimentare diventa obbligo: cosa significa implementare un sistema di cultura alimentare nelle aziende alimentari.
• Chi gestisce la cultura della sicurezza alimentare all’interno dell’azienda: organizzazione aziendale e deleghe in materia.
• Il sistema sanzionatorio applicabile.

Dalla cogenza agli standard volontari per la cultura della sicurezza alimentare

Vanessa Di Pietro
Tecnologo alimentare - Consulente e valutatore per aziende agroalimentari

abstract

Durante l’intervento saranno approfonditi i valori, le convinzioni e le norme che influenzano la mentalità e il comportamento verso la sicurezza alimentare all’interno di un’organizzazione.
Sarà poi analizzato il concetto di cultura della sicurezza alimentare nelle norme cogenti e negli standard volontari analizzando nel dettaglio i requisiti degli standard:
• GFSI
• BRC
• IFS
• FSSC


pomeriggio

Implementare la cultura della sicurezza alimentare in azienda: cosa fare e cosa verificare

Vanessa Di Pietro
Tecnologo alimentare - Consulente e valutatore per aziende agroalimentari

abstract

Durante l’intervento verranno forniti spunti su come costruire la cultura della sicurezza alimentare in azienda attraverso:
• la definizione della vision e mission aziendale
• il coinvolgimento del personale
• la coerenza
• l’adattabilità del sistema
• la consapevolezza dei pericoli e dei rischi
e sarà illustrato come verificare la capacità dell’azienda di soddisfare i requisiti degli standard e delle norme di riferimento.

I controlli ufficiali e la sicurezza alimentare: le novità dovute all’entrata in applicazione del Regolamento (UE) 625/2017

Anna Padovani
Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica - Area Sanità Veterinaria e Igiene degli Alimenti Regione Emilia-Romagna

abstract

Da Novembre 2019 è entrato in applicazione il Regolamento (UE) 2017/625, per cui a livello nazionale sono stati emanati nel corso del 2021 alcuni Decreti legislativi per raccordare il Regolamento con la legislazione nazionale, in particolare il Decreto Legislativo 27/2021. L’impatto del controllo ufficiale è fondamentale per la “cultura della sicurezza alimentare” in quanto deve garantire, attraverso le sue azioni, che gli operatori del settore rispettino quanto previsto dalla legislazione vigente in materia di sicurezza alimentare lungo tutta la filiera produttiva. L’autorità competente per i controlli deve a sua volta rispettare quanto previsto dalla attuale legislazione in merito alla organizzazione dei controlli e al personale.


prezzo:

320 € più Iva

in aula


320 € più Iva

modalità web seminar


PREZZO SPECIALE DI 240 € + IVA PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 17 FEBBRAIO COMPRESO

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del seminario. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02-91534731 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un seminario (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al seminario entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordina la giornata


Marinuzzi

Chiara Marinuzzi

Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

Nata a Ferrara il 06 ottobre 1970. Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Ferrara.
Avvocato dal 1998.
Si occupa di diritto agroalimentare (in particolare normative igienico-sanitarie e di etichettatura) diritto comunitario, concorrenza sleale, implementazione modelli organizzativi ex D.lgs. 231/01 e governance aziendale.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “In-Formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it