29

Febbraio
2024

corso

Green claim o greenwashing? Come cambiano le norme e la comunicazione ambientale delle aziende alimentari


Il corso si svolge online
Modalità di connessione per seguire live la giornata di studio →

La giornata di studio approfondirà l'attualissimo tema dei green claim e del greenwashing analizzando la situazione attuale, caratterizzata dall'assenza di normative, e le due Direttive comunitarie in corso di approvazione sulle asserzioni ambientali esplicite (green claim) e sulle nuove pratiche commerciali scorrette per la falsa comunicazione ecosostenibile (greenwashing).
Saranno approfonditi i marchi di sostenibilità attualmente utilizzati, nonché il loro futuro alla luce delle due Direttive in corso di discussione, tenendo conto anche delle norme del Codice di proprietà industriale sui marchi di certificazione e collettivi.
Verrà dato spazio alle norme volontarie e al ruolo degli enti di certificazione nell'attuale sistema di comunicazione dei claim etici e ambientali.
La comunicazione verde, come elemento di un più ampio percorso indirizzato verso la sostenibilità delle aziende alimentari, sarà lo spunto per un focus su obblighi e principi di riferimento, con un approfondimento sugli aspetti critici del bilancio di sostenibilità nel settore, anche tramite l’analisi di alcuni casi reali.
Infine verrà svolta una panoramica della principale casistica in materia da parte dell'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria.

Locandina del corso →

iscriviti al corso
rivolto a:

Produzione, Qualità, R&S delle aziende alimentari - Ufficio legale e Regolatorio - Responsabili e reparti Marketing e Comunicazione delle aziende alimentari - Consulenti - Tecnologi Alimentari - Grande Distribuzione Organizzata


interventi


29

Febbraio
2024


mattina

Green claim vs Greenwashing: la situazione attuale

Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

Durante l'intervento saranno approfonditi:
• La situazione oggi: gli Orientamenti della Commissione Europea per l’attuazione/applicazione della Direttiva 2005/29/Ce relativa alle pratiche commerciali sleali che trattano delle asserzioni ambientali e le norme generali sulla comunicazione commerciale
• Il contesto europeo: Green Deal - Farm to Fork, gli obiettivi della Commissione Europea.

Come cambierà la comunicazione green: le nuove Direttive comunitarie

Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

La relazione prenderà in esame gli aspetti cruciali della nuova normativa in arrivo:
• la Direttiva 30 marzo 2022 sulle nuove pratiche commerciali scorrette per la falsa comunicazione verde (Greenwashing)
• la Direttiva 22 marzo 2023 sulle asserzioni ambientali esplicite (Green claim).

Marchi di sostenibilità, marchi collettivi e marchi di certificazione

Emanuela Bianco
Avvocato - PhD - Studio Legale Saglietti Bianco
Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

L'intervento, a due voci, fornirà un approfondimento sulla comunicazione green tramite i marchi:
• I marchi di sostenibilità oggi e domani: opportunità e limiti.
• Il contesto generale: marchi di impresa, collettivi e di certificazione


pomeriggio

La rendicontazione di sostenibilità nelle aziende alimentari. Aspetti critici nella valutazione delle performance ESG nel settore

Maurizio Cisi
Professore Ordinario - Scuola di Management ed Economia - Università degli Studi di Torino

abstract

Ripensare i modelli di sviluppo in una logica sostenibile è diventato, oggi, un dovere collettivo che riguarda gli individui, le comunità e le aziende stesse.
In questo contesto, in rapida evoluzione e trasformazione, le aziende anche quelle del settore alimentare sono chiamate a fornire il proprio contributo nella costruzione di un percorso indirizzato verso la sostenibilità, a partire dalla condivisione di obiettivi, valori e criteri comuni di misurazione.
L’integrazione dei fattori ESG nel modello di business delle aziende alimentari può essere valutata tramite il bilancio di sostenibilità, documento dal quale si dovrebbero poter leggere i risultati dei processi di transizione da paradigmi economici tradizionali a modelli maggiormente sostenibile.
Dopo aver inquadrato gli obblighi e i principi di riferimento, ci si focalizzerà sui principali aspetti critici della rendicontazione di sostenibilità nel settore alimentare anche tramite l’analisi di alcuni casi reali.

Comunicare la sostenibilità: strumenti di supporto per le organizzazioni

Monica Riva
Certification Division - Sustainability Sector - Sustainability Products Line Manager - Bureau Veritas Italia

abstract

Durante l’intervento saranno condotti dei focus specifici sulle norme volontarie e sul ruolo degli enti di certificazione nell'attuale sistema di comunicazione dei claim etici ed ambientali, con particolare attenzione a quelli maggiormente utilizzati nel settore alimentare.
Verranno inoltre presentati i principi per una corretta comunicazione richiamati nelle normative di riferimento.

Autodisciplina pubblicitaria: comunicare la sostenibilità responsabilmente

Vincenzo Guggino
Segretario Generale IAP - Istituto Autodisciplina Pubblicitaria

abstract

È una conquista delle società moderne la consapevolezza che l’impresa deve operare in un’ottica di "sviluppo sostenibile". La necessità di comunicare tutto questo ai consumatori ovviamente passa anche attraverso la comunicazione commerciale.

In ambito autodisciplinare si è da tempo posta la questione di come giudicare la pubblicità alla luce di questa esigenza di posizionamento, che può essere sia aziendale sia di prodotto. Negli anni si è infittito l’elenco delle decisioni assunte dagli organi di controllo autodisciplinari volte a smascherare il c.d. "green washing", ovvero quell’operazione volta ad ammantare la comunicazione commerciale di claim ecologici, che però non reggono (del tutto o nella misura vantata) a un vaglio di merito approfondito.
L'intervento esaminerà, dunque, la casistica rilevante alla luce del Codice IAP che disciplina specificatamente il tema. Nel contempo si farà un accenno ai prossimi sviluppi comunitari per vederne analogie e differenze rispetto allo scenario attuale.


prezzo:

280 € più Iva

modalità web seminar


PREZZO SPECIALE DI 210 € + IVA PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 13 FEBBRAIO COMPRESO

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del corso. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02 23170963 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un corso (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al corso entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordina la giornata


Marinuzzi

Chiara Marinuzzi

Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

Nata a Ferrara il 06 ottobre 1970. Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Ferrara.
Avvocato dal 1998.
Si occupa di diritto agroalimentare (in particolare normative igienico-sanitarie e di etichettatura) diritto comunitario, concorrenza sleale, implementazione modelli organizzativi ex D.lgs. 231/01 e governance aziendale.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “in_formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it