27

Ottobre
2022

corso

Alimenti biologici: quadro normativo e finanziamenti, gestione dei processi, etichettatura dei prodotti


ll corso è fruibile in presenza o da remoto in web seminar. La modalità si sceglie al momento dell'iscrizione

La certificazione biologica rappresenta uno strumento di valorizzazione dei prodotti agroalimentari da parte delle imprese della filiera. Negli anni, diversi regolamenti, leggi e decreti si sono susseguiti per organizzare e disciplinare il settore, fino ad arrivare al Regolamento UE 848/2018 e s.m.i., entrato in vigore il 1° gennaio 2022. Il nuovo Regolamento, assieme alla produzione normativa nazionale, ha introdotto novità sia per gli OSA sia per gli organismi di certificazione e le autorità competenti.
Il corso ha l'obiettivo di analizzare i cambiamenti apportati dalla nuova normativa, a livello europeo e nazionale, con focus sulla trasformazione biologica e sulle responsabilità degli operatori.
Saranno illustrati:
· I finanziamenti e le opportunità per la filiera del bio
· La ricetta e la formulazione dei prodotti biologici
· Il quadro sanzionatorio nazionale
· L’etichettatura dei prodotti bio.

Verrà fornito un quadro più ampio possibile sui requisiti della certificazione biologica, in ragione delle prescrizioni previste dal nuovo corpus normativo.

Locandina del corso →

iscriviti al corso
rivolto a:

Responsabili e operatori della Produzione, Qualità, R&S delle aziende alimentari - Ufficio legale e Regolatorio - Responsabili di laboratorio - Consulenti sui temi della sicurezza alimentare - GDO


interventi


27

Ottobre
2022


mattina

I finanziamenti e le opportunità nel settore biologico

Francesco Beldì
Consulente per la certificazione biologica e per l'accesso ai finanziamenti PSR

abstract

Il settore del biologico ha sempre offerto diverse opportunità per gli operatori alimentari, sia in termini di richieste di mercato sia di finanziamenti per le imprese.
L’intervento intende fornire un approfondimento proprio sui finanziamenti e le opportunità di sostegno per le aziende della filiera, sia individualmente sia come gruppi, che sono associati in particolar modo ai piani di sviluppo rurale (PSR) di competenza regionale.
L’accesso a questo tipo di risorse presuppone il soddisfacimento di diversi requisiti che le aziende devono possedere e che saranno illustrati durante la relazione.

La trasformazione bio ai sensi del Regolamento UE 848/2018 e la gestione delle contaminazioni

Alessandro Pulga
Client and Sales Manager - Responsabile Attività Internazionali Bioagricert

abstract

La trasformazione degli alimenti biologici è un processo che si basa su dei prerequisiti rigorosi, tra cui:
· Strutture e ambienti di lavoro adeguati
· Una scelta accurata di fornitori e materie prime
· L’identificazione e la rintracciabilità dei prodotti
· La prevenzione e la gestione delle contaminazioni.
Fermo restando il soddisfacimento di questi prerequisiti, spetta poi alle imprese alimentari definire e individuare le modalità più appropriate per ottemperare agli stessi, tenendo sempre a mente quanto richiesto dal Reg. UE 848/2018 e i regolamenti applicabili riguardo l’igiene e la sicurezza alimentare (es. Reg. CE 852/2004).
L’intervento ha come obiettivo quello di illustrare le attività che le imprese alimentari devono implementare al fine di soddisfare le disposizioni del Regolamento europeo e i prerequisiti di cui sopra, con degli approfondimenti sulle possibili modalità di gestione delle contaminazioni in aziende miste - che lavorano alimenti bio e non bio - e sull’impatto dei diversi processi produttivi impiegati nella trasformazione alimentare.

Ricetta e formulazione dei prodotti bio

Roberta Viscioni
Responsabile valutazione di certificazione e membro comitato di delibera Sidel

abstract

La ricetta e formulazione dei prodotti biologici sono attività che si basano sostanzialmente su tre processi: progettazione, esecuzione e validazione.
Per progettare correttamente la ricetta di un alimento bio è cruciale la conoscenza delle disposizioni normative pertinenti, anche nell’ottica di valutare eventuali alternative nell’impiego degli ingredienti.
La relazione intende quindi fornire:
· Una panoramica sulle prescrizioni applicabili alla progettazione dei prodotti bio, tra cui il Regolamento UE 848/2018 e s.m.i., comprendendo anche l’utilizzo degli aromi.
· Un approfondimento sulle possibili formulazioni e ricette di alcune categorie di alimenti biologici, illustrando le principali criticità e opportunità nell’utilizzo dei diversi ingredienti.


pomeriggio

Le responsabilità dell’operatore del settore alimentare e il quadro sanzionatorio nazionale

Antonio Iaderosa
MiPAAF - Dipartimento dell'Ispettorato centrale repressione frodi - ICQRF Emilia Romagna e Marche

abstract

L’adesione al sistema di controllo del bio da parte degli operatori del settore alimentare presuppone una serie di responsabilità in merito al soddisfacimento dei requisiti di produzione, trasformazione ed etichettatura.

Eventuali inadempienze possono comportare violazioni di tipo amministrativo o di altra natura, e delle conseguenze più o meno rilevanti per le imprese alimentari.

L’intervento intende appunto approfondire le responsabilità degli operatori del settore alimentare e le diverse violazioni che si possono configurare nel sistema della produzione, trasformazione ed etichettatura dei prodotti biologici, il ruolo delle autorità competenti, l’attuale corpus sanzionatorio e le possibilità di applicazione dell’istituto della diffida, come previsto dalla legge italiana 116/2014 "Campolibero".

La normativa nazionale e l’etichettatura dei prodotti bio. Esempi pratici

Cristina La Corte
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

L’etichettatura dei prodotti bio è caratterizzata da un quadro normativo nazionale in divenire, con diversi decreti che nel tempo si sono susseguiti al fine di disciplinare la materia: dal 18354/2009 al decreto del 18 luglio 2018, per finire con il nuovo decreto ministeriale 229771 del 2022.
Questo dinamismo implica, da parte delle imprese alimentari, la necessità di conoscenza dei contenuti degli atti normativi, così da adeguarsi per tempo alle prescrizioni ed evitare provvedimenti da parte di enti di certificazione e autorità competenti.
Obiettivo della relazione è illustrare i requisiti previsti dal Regolamento UE 848/2018 e dalle norme nazionali in materia di etichettatura dei prodotti biologici, con approfondimenti per tipologia di prodotti ed esempi pratici di etichette e presentazione delle informazioni agli operatori e consumatori.


prezzo:

280 € più Iva

in aula


280 € più Iva

modalità web seminar


PREZZO SPECIALE DI 210 € + IVA PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 14/10 COMPRESO

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del corso. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02 23170963 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un corso (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al corso entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordina la giornata


de Ruvo

Leonardo Francesco de Ruvo

Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari - Professionista nel settore delle tecnologie e igiene degli alimenti

Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari, lavora come consulente in materia di sicurezza e igiene degli alimenti. 

Si occupa anche di formazione al personale e ai tecnici, certificazioni per le imprese del settore alimentare e consulenza per l’accreditamento dei laboratori di prova.

 


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “in_formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it